Dove assaggiare la cucina tipica a Brescia e dintorni

Quando si viaggia non c’è niente di più bello dell’assaggiare le pietanze tipiche locali per scoprire qualcosa in più sul luogo che stiamo visitando. Di certo, scoprire la cucina tipica di una città come Brescia può essere un’esperienza piacevole anche per chi ha la fortuna di vivere nella provincia lombarda e vuole approfondire la propria conoscenza del territorio.

Che siate turisti o abitanti autoctoni, non potete dire di conoscere le tradizioni di Brescia senza aver prima assaggiato i famosi casoncelli alla bresciana, dei ravioli ripieni di carne e conditi con burro e salvia. Questo piatto non deve essere confuso con i casonsei alla bergamasca, il cui ripieno è invece composto da uva sultanina, noci e pasta di salame. Durante la vostra permanenza a Brescia dovete assolutamente mangiare la carne equina, per esempio gli sfilacci di cavallo preparati con grana e rucola per un secondo leggero e proteico o lo stufato di carne di cavallo, piatto dalla preparazione più lunga ma estremamente gustoso. Lo stufato di cavallo può essere servito con della polenta e in questo modo potrete gustare un pasto completo e tradizionale.

I più golosi saranno contenti di sapere che la tradizione bresciana è composta da molti dolci. Uno dei più golosi è sicuramente il castagnaccio, preparato con farina di castagne e frutta secca realizzato solitamente in autunno. Se amate i gusti più delicati, vi consigliamo di provare la spongata bresciana, tipico dolce pasquale che, grazie al consenso riscosso negli ultimi anni, viene preparato tutto l’anno.

Sei modi diversi per cucinare la carne di cavallo nella cucina tipica lombarda

È risaputo che la carne di cavallo sia una carne rossa, per questo molto proteica. Non tutti però sanno che è un ingrediente appartenente alla tradizione culinaria italiana, non di recente scoperta. Di seguito troverai sei diversi modi per gustare questa carne dai valori nutrizionali eccellenti:

1. Due piatti tipici della tradizione lombarda prevedono che questo alimento sia consumato crudo: gli straccetti o gli sfilacci di cavallo. Li potrete mangiare a Brescia conditi con olio e limone per gustare un secondo leggero e nutriente. Per i più tradizionalisti, è possibile provarli come sostituto della carne di vitello nel tradizionale carpaccio.

2. Come affettato: nel nord Italia la carne equina è la base di specialità come il prosciutto e il salame di cavallo, piatti molto popolari della cucina tipica lombarda.

3. Nonostante la sostanziale differenza fra gli equini e i bovini, il modo più semplice di accostarsi a questo tipo di alimento rimane sempre lo stesso: una gustosa bistecca al sangue.

4. Se siete amanti della tradizione, troverete interessante la pastissada, un tipico spezzatino di cavallo marinato nel vino e servito assieme alla polenta.

5. Come condimento per i primi: il ragù di cavallo è molto saporito e leggermente più dolce di quello di bovino ed è un condimento tipico delle province di Bari e Verona.

6. Non dimentichiamoci che, come qualunque altra carne, il cavallo si presta bene alle cucine più moderne e di tendenza. Con il macinato di carne equina potrete realizzare un hamburger gourmet o servire in tavola dei deliziosi involtini.

Mangiare carne di cavallo a Brescia: i piatti tradizionali

I veri esperti di gastronomia sanno che chi vuole mangiare carne a Brescia non può esimersi dal provare le ricette a base di carne di cavallo. La cucina bresciana è infatti ricca di pietanze gustose cucinate sfruttando al massimo il sapore ed il profumo particolare della carne equina. Uno dei piatti più famosi del Ristorante Val Tress sono infatti gli sfilacci di cavallo: una prelibatezza accompagnata da rucola e grana, ideale sia come antipasto che come secondo, che difficilmente riuscirete a trovare in altre trattorie.

Un altro piatto tipico della tradizione culinaria del luogo è il Brasato di cavallo. Questo piatto prevede una preparazione molto lunga articolata: la carne di cavallo va passata nel sale e nel pepe macinato per poi essere disposta in un tegame insieme agli odori; va aggiunto olio, burro a riccioli e vino rosso, per poi lasciarla cuocere adagio per almeno tre ore. Una volta cotta la carne va affettata e disposta nel piatto con l’aggiunta del fondo di cottura ristretto e passato al setaccio.

Tra le ricette di carne di cavallo un piatto forte della provincia di Brescia è lo Stufato di cavallo. Si tratta di un secondo piatto molto saporito ideale per la stagione invernale, accompagnato magari da una buona polenta. Questa pietanza viene preparata lentamente, battendo la carne per ammorbidirla e lasciandola riposare ricoperta da vino rosso e cipolle per almeno due giorni in frigorifero. In una casseruola si fa scaldare l’olio extravergine di oliva, poi si unisce la carne e le cipolle sgocciolate dal vino, salate, pepate. Va aggiunto un pizzico di cannella in polvere e il tutto va irrorato da vino rosso. La cottura è a fuoco moderato per 2 ore e mezza circa aggiungendo altro vino se tende a seccarsi. Una volta con conclusa la cottura, la carne va fatta raffreddare, affettata e disposta in un piatto caldo con la polenta.

Gli sfilacci di cavallo: buoni, saporiti, leggeri

Tra i piatti prelibati della cucina bresciana, soprattutto per gli amanti della carne, compaiono senza dubbio gli sfilacci di cavallo, un piatto tipico dal sapore forte e deciso, seppur con poche calorie.

Consumati in tutta Italia, gli sfilacci di cavallo sono pezzi di carne essiccata e affumicata, assai diffusi dalle parti di Brescia, e sono uno dei piatti più apprezzati del Ristorante Val Tress.

La carne di cavallo è un tipo di carne particolare e pregiato, perché poco calorico, con pochi grassi, molto facile da digerire e estremamente proteico – quindi indicato per regimi alimentari ipocalorici.

Gli sfilacci di cavallo, oltre ad avere poche calorie, sono un piatto molto leggero, ideale sia come antipasto che per condire primi e secondi piatti. Al Ristorante Val Tress, le cuoche del posto amano servire gli sfilacci accompagnati da un po’ di rucola e scaglie di grana, sia come piatto unico che come portata del loro speciale antipasto misto.

Ci sono tante ricette possibili da realizzare con gli sfilacci di cavallo, perché il loro sapore affumicato e la loro consistenza leggera li rendono estremamente versatili, soprattutto se accompagnati a pietanze dai sapori meno decisi (vedi, ad esempio, le insalate o la pasta).

Quel che è certo è che gli sfilacci di cavallo sono un alimento completo, leggero, ricco di vitamine, ferro e proteine e ideali da consumare sia a pranzo che a cena, grazie alla loro elevata digeribilità.

Vieni a provare le ricette con gli sfilacci di cavallo proposte dal Ristorante Val Tress: te ne innamorerai!