Ricetta tradizionale della gallina ripiena alla bresciana

La tradizione vuole che, durante le festività natalizie, i bambini e gli adulti diano spazio alla propria creatività praticando insieme dette attività ricreative e collaborando ai preparativi per il grande pranzo di Natale. A Brescia, è raro che il Natale venga festeggiato senza una delle ricette tipiche bresciane più popolari, al pari della carne alla griglia e servita anche nei ristoranti più particolari di Brescia: la gallina ripiena alla bresciana. Vediamo insieme la ricetta tradizionale e i suoi ingredienti:

  • 1 gallina da 1,5 / 2 kg
  • 100 grammi di pane secco grattugiato
  • 55 grammi di Grana
  • 40 grammi olio di oliva EVO
  • 1 spicchio di aglio
  • 180 grammi di salsiccia
  • 2 uova
  • Aromi (alloro, chiodi di garofano cipolla, carota, noce moscata, pepe bianco, sedano, prezzemolo)

Gallina ripiena alla bresciana: come prepararla

Rimuovere la testa, le zampe e le punte delle ali dalla gallina. Con una fiamma, rimuovete le eventuali piume. Sciacquate e asciugate la gallina. Amalgamare le interiora tritate con aglio, prezzemolo, salsiccia, pane, uova, grana e noce moscata. Salate a piacere. Inserire la farcia nella gallina e richiudere con del filo da cucina. Mettere la gallina in una casseruola in cui avrete precedentemente aggiunto dell’acqua, sale e il resto degli aromi. Cuocere a fuoco basso per 3 ore. Trascorso il tempo di cottura, sgocciolare e spezzettare la gallina. Servirla con il ripieno tagliato a fette ed un contorno.

Per un vero pranzo tradizionale, servite la gallina alla bresciana con delle patate novelle cotte al vapore e condite con olio extra-vergine d’oliva e prezzemolo tritato. Accompagnate questo piatto ricco e gustoso con un vino rosso e fermo.

Brescia da scoprire: la cucina tipica e stellata

La regione Lombardia anche nel 2019 si è confermata come grande protagonista in ambito culinario con oltre 60 ristoranti menzionati nella celebre “Guida Michelin”. L’assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e moda, Laura Magoni ha inviato una lettera di congratulazioni ai prestigiosi chef incitandoli a proseguire lungo questa strada. La gastronomia bresciana è tra le più rinomate della regione grazie alla creatività degli chef stellati della zona: le loro proposte culinarie mostrano un mix di tradizioni locali e nuove sperimentazioni, portando Brescia e provincia a diventare mete gettonate del turismo italiano.

Tra i grandi classici della cucina tradizionale ci sono i casoncelli alla bresciana. Questo è un piatto semplice e veloce da preparare: pasta fatta a mano condita con burro fuso e insaporiti con pancetta, salvia e una spolverata di grana grattugiato. Tra le altre ricette tipiche bresciane ci sono le crespelle al bitto. Mischiando farina, uova, birra e latte si ottiene un composto davvero speciale che unito al formaggio e alla panna costituisce la base di crèpes sottili molto gustose.

Nella categoria dessert invece si colloca la torta di rose: una pasta dolce arricchita da una farcitura che rimanda ad una brioche soffice ripiena di burro e zucchero. Il nome di questa torta deriva dall’unione delle girelle che si formando tagliando l’impasto farcito e arrotolato. Un altro esempio di dolci tradizionali sono i biscotti bresciani realizzati con marsala, miele e vaniglia: il classico biscotto della nonna sano e nutriente.

Il Lago d’Iseo tra ristoranti e sentieri romantici

Con il termine lake time gli americani alludono al ritmo lento, alla fretta che scompare per dare spazio ad una sorta di sospensione nel tempo. Questa sensazione di calma si percepisce immediatamente quando si giunge alla sponda di un lago: luogo ideale per ritrovare il silenzio ed il ritmo interiore. La natura ha donato alla regione Lombardia ben cinque laghi maggiori, circa 80 più piccoli ed un’infinità di laghetti alpini che si scoprono camminando sulle Alte Vie.

Il Lago d’Iseo, collocato tra le province di Bergamo e Brescia, emerge dalla corona di montagne che lo circonda: si raggiunge in poco tempo dalla città e ci si può trovare tutto ciò che si desidera da una vacanza. Da una passeggiata a cavallo a Brescia, passando per le lente passeggiate lungolago, ad ammirare i panorami mozzafiato e la tranquillità delle acque placide del lago, si può dire che qui non manca nulla.

Una tappa obbligatoria è Lovere: l’ideale è passeggiare al porto turistico, camminare per le stradine e arrivare all’Accademia Tadini per ammirare le opere del maestro Canova. Ma un’altra tappa da non perdere è Sarnico, con il suo centro storico elegante e raffinato e le sue ville Liberty dai giardini fioriti. Da lì inoltre potrai partire per una crociera sul lago o per una passeggiata nelle colline circostanti.

D’altronde il posto migliore per trovare delle trattorie a Brescia è sulle sponde del Lago d’Iseo. Qui si possono assaggiare le vere ricette tipiche bresciane respirando l’aria pulita delle montagne e guardando la bellezza della natura.

Tradizioni antiche a Brescia: la cucina tipica

La cucina generalmente lega strettamente alle radici del luogo. Anche le ricette tipiche bresciane derivano dalle tradizioni culinarie del passato di questa zona e dalle abitudini contadine: nel tempo i prodotti umili della terra si sono trasformati in raffinate specialità. Nell’epoca in cui non esisteva la grande distribuzione, la cucina bresciana era principalmente influenzata dall’opera dei campi e quindi dai frutti della terra. La saggezza dei contadini unita alla perizia e la cura dei cuochi, ha trasmesso le ricette antiche fine ai giorni nostri facendole arricchire di sapori nuovi.

La zona di Brescia è conosciuta per le sue valli e i suoi lunghi corsi d’acqua, per i suoi grandi specchi d’acqua e per i suoi antichi borghi fatti di declivi e paesaggi dimenticati. Ritrovare gli odori di una volta, assaggiare cibi cotti in tegami di rame, e assaporare la cacciagione aromatizzata come da tradizione, è possibile nei ristoranti tipici di Brescia.

Oggi i ristoranti di Brescia e provincia propongono piatti tradizionali bresciani come i famosi “casonsei” rivisitati in chiave moderna, insieme a piatti della tradizione italiana ed internazionale. Non dimentichiamo che la ristorazione di Brescia e provincia è da anni in prima fila nelle classifiche dei ristoranti “top” con decine di locali premiati per le migliori cucine, i migliori prodotti selezionati e i per i vini delle migliori aziende. Premiati come “stellati” anche i ristoranti bresciani di medio livello che propongono un’ottima qualità per proposta enogastronomica, location e servizio.

Dove mangiare sul Lago d’Iseo e cosa assaggiare

Individuare le origini delle ricette tipiche bresciane non è affatto semplice perché la cucina della zona è stata fortemente influenzata dalle province confinanti. Le tradizioni gastronomiche di Brescia sono uniche perché provengono dalla pianura, dalle montagne e dai laghi. Inoltre, le proposte della cucina bresciana vengono accompagnate dagli squisiti vini DOC della sua terra. Un tratto tipico della tradizione gastronomica bresciana è la “povertà”, sia nelle materie prime utilizzate che nella elaborazione, che ha dato vita ad una cucina povera di ingredienti ricercati, ma ricca di sapori.

I rinomati casonsèi, tipico piatto della cucina bresciana, ha ricevuto influssi dalle aree vicine: si tratta di grossi ravioli di pasta fatta in casa, con ripieno a base di uova, formaggio stagionato o ricotta, spinaci o carne, conditi con abbondante burro fuso alla salvia. Un altro piatto conteso fra valtellinesi, bresciani e bergamaschi, rivali da sempre, è la polenta taragna, che deve il suo nome al lungo bastone, il tarai, usato per mescolarla in grossi paioli di rame. E’ una polenta scura, ottenuta con farina gialla e una manciata di farina di grano saraceno a cui si aggiungono formaggi freschi e burro fuso.

Nelle zone di campagna con la polenta si servono anche le cotiche in umido, lo stufato e l’umido, la trippa, la lepre in salmì, il coniglio e il capretto alla bresciana, il manzo all’olio, gli uccellini scappati, involtini di maiale con foglie di salvia cotti in padella. Se vi state chiedendo dove mangiare a Brescia tutte queste prelibatezze, potete andare al Ristorante Valtress: vi stupirà la cordialità del suo personale e la bontà dei suoi piatti.

Dove mangiare la carne alla griglia a Brescia

Sei curioso di conoscere ricette tipiche bresciane e vuoi trovare il ristorante giusto che proponga piatti della tradizione? Ti piace la carne e vuoi provare quella di cavallo? Val Tress è quello che stai cercando. Un ristorante con esperienza, pronto a regalarti i sapori tipici della Franciacorta a prezzi modici e, soprattutto, offrendoti una qualità insuperabile. Gli ingredienti sono regionali, scelti con cura per regalare, attraverso la preparazione dei piatti, il vero spirito gastronomico locale.

Carne equina, proprietà molteplici che non ti aspetti di trovare.

Una delle basi per le preparazioni di secondi piatti, qui da noi, è la carne di cavallo, un alimento ottimo con delle caratteristiche importanti e difficilmente replicabili. La carne equina, infatti, contiene grandi quantità di ferro in una forma facilmente assimilabile dall’organismo, a differenza di altri alimenti. In più i suoi tessuti sono praticamente privi di grasso e di colesterolo. A questo si aggiunge la presenza di acido lattico, che aiuta a combattere gli attacchi dei batteri.

La migliore carne alla brace a Brescia.

I posti sono disponibili anche su prenotazione: il ristorante Val Tress si adatta a un momento conviviale come una cena tra amici, ma anche semplicemente alla tranquillità del pasto di chi ama la carne e vuole assaporarne la migliore carne alla brace Brescia. La scelta a disposizione è ampia: pollo, maiale, cavallo, vitello. Ogni preferenza personale può essere soddisfatta dall’ottima qualità dei prodotti e soprattutto dalla bravura di chef che sono esperti conoscitori della tradizione bresciana.

Guida alle prelibatezze della cucina tipica bresciana

La cucina tipica bresciana si divide in due parti: da un lato c’è quella dell’entroterra, tipicamente contadina, dall’altro c’è quella “a bordo lago”, dove è particolarmente gradito anche il pesce.

Il Ristorante Val Tress si trova a Zone, in provincia di Brescia, ed è molto vicino ad entrambe queste culture. Le cuoche del ristorante, infatti, realizzano piatti provenienti da tutta la tradizione culinaria e dalla gastronomia bresciana, siano essi a base di carne, verdure o pesce.

Tra i piatti immancabili della cucina tipica di Brescia e provincia, i famosi casoncelli, la gallina ripiena, il pesce fritto… tutti accompagnati, ovviamente, dal buon vino della Franciacorta.

Le ricette tipiche bresciane sono tutte a base di carne, principalmente, ma anche di pesce: molto apprezzata è la cottura alla brace, ma non si disdegna neppure il bollito o la cottura alla piastra.

Ci sono, però, anche tanti prodotti tipici della gastronomia bresciana che sono degni di nota: al Ristorante Val Tress di Zone (BS) potrete gustarli tutti nella loro selezione speciale di antipasti.

In una società globalizzata come questa, è bello vedere realtà come quella di Brescia, in cui le tradizioni sono molto presenti e la cucina tipica bresciana è molto diffusa, sia a casa che fuori.

Mantenere vivi anche i sapori del passato, dunque, è per i bresciani fondamentale, se non addirittura vitale: per questo, al Ristorante Val Tress potrete gustare tantissime ricette tipiche bresciane. Venite a trovarci al più presto per gustarle tutte.