Divertimento e natura al maneggio di Brescia

Nei maneggi a Brescia è possibile intraprendere diversi percorsi a seconda delle proprie esigenze. Nei centri di equitazione si organizzano uscite che durano per l’intera giornata, su diversi percorsi e di differente livello di difficoltà e durata. Nella maggior parte dei percorsi è compreso anche il pranzo in caratteristici rifugi di montagna o il classico pranzo al sacco.

Per i gruppi di persone più numerosi si possono anche organizzare percorsi di trekking di 2 o 3 giorni. Inoltre, per le passeggiate a cavallo a Brescia è previsto spesso un servizio guida per gruppi o singoli che vogliono godersi questa attività con il proprio cavallo. Affrontare i sentieri delle montagne bresciane e ammirare i panorami mozzafiato che offrono questi percorsi è un modo speciale di scoprire il territorio e di divertirsi insieme ad altre persone!

Per i neofiti di equitazione a Brescia sono previste lezioni nel campo di sabbia di monta Inglese o Western per far acquisire le nozioni base per governare il cavallo in diverse situazioni. Una volta imparate le nozioni principali si è in grado di affrontare le passeggiate tra i monti seguiti da guide esperte. Per i piu piccini (dai 4 ai 7 anni) speso sono previste lezioni a carattere ludico come giochi con i pony per acquisire familiarità e conoscenza dell’animale fino alla messa in sella. Dai 7 ai 14 anni invece ci sono lezioni per l’apprendimento delle basi dell’equitazione per imparare la gestione a terra dell’animale, il suo comportamento ed il suo benessere. Lo step successivo è caratterizzato dalle lezioni in campo per il controllo del cavallo, il tutto finalizzato all’equitazione di campagna e al turismo equestre.

Ricetta tradizionale della gallina ripiena alla bresciana

La tradizione vuole che, durante le festività natalizie, i bambini e gli adulti diano spazio alla propria creatività praticando insieme dette attività ricreative e collaborando ai preparativi per il grande pranzo di Natale. A Brescia, è raro che il Natale venga festeggiato senza una delle ricette tipiche bresciane più popolari, al pari della carne alla griglia e servita anche nei ristoranti più particolari di Brescia: la gallina ripiena alla bresciana. Vediamo insieme la ricetta tradizionale e i suoi ingredienti:

  • 1 gallina da 1,5 / 2 kg
  • 100 grammi di pane secco grattugiato
  • 55 grammi di Grana
  • 40 grammi olio di oliva EVO
  • 1 spicchio di aglio
  • 180 grammi di salsiccia
  • 2 uova
  • Aromi (alloro, chiodi di garofano cipolla, carota, noce moscata, pepe bianco, sedano, prezzemolo)

Gallina ripiena alla bresciana: come prepararla

Rimuovere la testa, le zampe e le punte delle ali dalla gallina. Con una fiamma, rimuovete le eventuali piume. Sciacquate e asciugate la gallina. Amalgamare le interiora tritate con aglio, prezzemolo, salsiccia, pane, uova, grana e noce moscata. Salate a piacere. Inserire la farcia nella gallina e richiudere con del filo da cucina. Mettere la gallina in una casseruola in cui avrete precedentemente aggiunto dell’acqua, sale e il resto degli aromi. Cuocere a fuoco basso per 3 ore. Trascorso il tempo di cottura, sgocciolare e spezzettare la gallina. Servirla con il ripieno tagliato a fette ed un contorno.

Per un vero pranzo tradizionale, servite la gallina alla bresciana con delle patate novelle cotte al vapore e condite con olio extra-vergine d’oliva e prezzemolo tritato. Accompagnate questo piatto ricco e gustoso con un vino rosso e fermo.

Dove assaggiare la cucina tipica a Brescia e dintorni

Quando si viaggia non c’è niente di più bello dell’assaggiare le pietanze tipiche locali per scoprire qualcosa in più sul luogo che stiamo visitando. Di certo, scoprire la cucina tipica di una città come Brescia può essere un’esperienza piacevole anche per chi ha la fortuna di vivere nella provincia lombarda e vuole approfondire la propria conoscenza del territorio.

Che siate turisti o abitanti autoctoni, non potete dire di conoscere le tradizioni di Brescia senza aver prima assaggiato i famosi casoncelli alla bresciana, dei ravioli ripieni di carne e conditi con burro e salvia. Questo piatto non deve essere confuso con i casonsei alla bergamasca, il cui ripieno è invece composto da uva sultanina, noci e pasta di salame. Durante la vostra permanenza a Brescia dovete assolutamente mangiare la carne equina, per esempio gli sfilacci di cavallo preparati con grana e rucola per un secondo leggero e proteico o lo stufato di carne di cavallo, piatto dalla preparazione più lunga ma estremamente gustoso. Lo stufato di cavallo può essere servito con della polenta e in questo modo potrete gustare un pasto completo e tradizionale.

I più golosi saranno contenti di sapere che la tradizione bresciana è composta da molti dolci. Uno dei più golosi è sicuramente il castagnaccio, preparato con farina di castagne e frutta secca realizzato solitamente in autunno. Se amate i gusti più delicati, vi consigliamo di provare la spongata bresciana, tipico dolce pasquale che, grazie al consenso riscosso negli ultimi anni, viene preparato tutto l’anno.